Filosofia dello Yoga

YOGA SUTRA DI PATANJALI
IL SANSCRITO NEL LINGUAGGIO DELLO YOGA: Introduzione al Sanscrito in tre incontri

con Iuri Sassetti

Le sessioni di Filosofia dello Yoga sono un’occasione di condivisione che ha lo scopo di avvicinarci alla conoscenza degli strumenti che lo yoga ci dona per portare consapevolezza nelle nostre vite e renderci liberi. Lo yoga è una pratica scientifica e filosofica che ci dà la possibilità di vivere in sintonia con il tutto. E’ strumento di pace e motore di felicità, se non lo si limita al “fare delle posizioni”. Durante le sessioni ognuno potrà porre domande e verranno approfondite le principali tematiche dello Yoga a partire dagli Yoga Sutra di Patanjali.

Gli incontri vengono organizzati ciclicamente in date prestabilite.

Iuri Sassetti

Si laurea in Filosofia presso l’Università degli Studi di Firenze. La tesi e gli studi accademici si sono canalizzati, negli ultimi anni, sulla filosofia del linguaggio, per riuscire a trascendere le parole al fine di raggiungere un silenzio di consapevolezza, in pratica, Yoga. Dal 1999 pratica e ama studiare la Scienza filosofica detta Yoga. Seguendo l’esigenza imprescindibile di unire Yoga e Vita, continua su questo sentiero. E’ molto felice di condividere le sue conoscenze e l’ essenzialità pratica della Filosofia dello Yoga.

con Iacopo Nuti

Domenica 26 Marzo – 23 Aprile – 28 Maggio. Dalle 9.30 alle 12.30.

Il Sanscrito è la lingua indiana antica, la cui scoperta in Occidente ha segnato la storia. Negli ultimi anni lo studio del sanscrito ha suscitato l’interesse non solo di singoli studiosi nel campo della ricerca scientifica, ma anche di uomini e donne che ovunque nel mondo si sono avvicinati alla saggezza dell’India e alle discipline dello Yoga e dell’Ayurveda. Il programma si basa sulle linee essenziali dell’alfabeto, della fonetica e della grammatica del Sanscrito, al fine di fornire ai partecipanti gli strumenti di base per avvicinarsi ai grandi classici dell’India.

Il Corso introduttivo al Sanscrito si articola in sessioni di studio, nel cui ambito verranno esplorati i seguenti argomenti:

Cenni storici sulle origini del sanscrito; struttura e caratteristiche dell’alfabeto devanagari: il suono degli antichi segni; il lessico sanscrito fondamentale: le parole e la loro “essenza”; il sandhi e le “combinazioni musicali”; la struttura del nome: i casi, i generi e i numeri del nome sanscrito; la struttura del verbo: il tempo presente; Esercitazioni pratiche: traduzioni e ricerche sul dizionario;  lettura e analisi linguistica di passi scelti dalla Bhagavad Gita.

Il dottor Iacopo Nuti tiene corsi e seminari di lingua e letteratura sanscrita in  diverse città italiane. Laureatosi all’Università di Pisa, collabora con Istituti e Centri  di cultura per l a ricerca delle relazioni tra India e Occidente.Ha contribuito ad alcune pubblicazioni sulla lingua e la cultura dell’India antica.

VIAGGIO ALLE SORGENTI DELLO YOGA: corso sulla Bhagavad-gita

con Iacopo Nuti

Il corso, che viene ciclicamente organizzato in date prestabilite, si propone l’obiettivo di presentare per sommi capi la Bhagavad-gita, uno dei grandi classici dello Yoga e “uno dei grandi breviari dell’umanità, che concentra in sé l’insegnamento dell’India”. Avvicineremo questo testo a partire dall’originale sanscrito, cercando di evidenziarne il contesto culturale, il lessico e i contenuti principali, nel rispetto della ricerca e della tradizione.

Programma
Il Corso sulla Bhagavad-gita si articola in cinque sessioni di studio,
nel cui ambito verranno esplorati i seguenti argomenti:

– Lo Yoga nella letteratura sanscrita e nella filosofia indiana
– Cenni storici sulle origini della Bhagavad-gita
– Note sul contesto culturale e letterario: il Mahabharata
– La figura di Vyasa e struttura dell’opera
– la triplice via dello Yoga: karma, jnana e bhakti
– Analisi approfondita di alcuni passaggi chiave
– Il linguaggio dello Yoga: un confronto intertestuale
– I principali maestri e alcuni loro commenti
– Esercitazioni pratiche: traduzioni e ricerche

Iacopo Nuti tiene corsi e seminari di lingua e letteratura sanscrita, collabora con centri di cultura di varie città italiane per la ricerca delle relazioni tra India e Occidente. Si appassiona al pensiero indiano d’ispirazione teistica (scuola dei bhagavata) e ne approfondisce i contenuti sia in ambito accademico, sia in contesti e scuole tradizionali. Laureatosi all’Università di Pisa, ha contribuito ad alcune pubblicazioni sulla lingua e la cultura spirituale dell’India.