Mercoledì 3 Aprile 2019 • Serata di Meditazione e Saumyā Mantra

1024 550 Himalayan Yoga Institute

con Antonella Panzani e Ilaria Sarri.

Antonella e Ilaria di ritorno dal viaggio in India, per l’ Ahymsin Sangha Gathering – 2019, ci racconteranno la loro esperienza all’interno dell’Ashram e ci parleranno delle pratiche che Swami Ritavan ha indicato per i prossimi tre anni (Saumyā Mantra). Concluderemo la serata recitando insieme il mantra.

सौम्या सौम्यतरा शेष सौम्येभ्यस्त्वतिसुन्दरी।

परापराणां परमा त्वमेव परमेश्वरी॥

saumyā saumyātarāśeṣā saumyebhyas tvati sundarī,

parāparāṇāṁ paramā tvameva parameshvarī

Traduzione e Spiegazione di Swami Veda Bharati

Lo scopo di questa pratica è di stabilire e migliorare la serenità nei cuori e nelle menti dei discepoli del Gurudeva e, in tal modo, rafforzare un legame di cuore tra tutti gli esseri viventi …. solo per il piacere del Gurudeva.

Questo mantra è dedicato alla Madre Divina come Saumyā, Madre Divina come fresca, gentile e lunare tranquillità. È usato come mantra speciale per coltivare tutti questi aspetti della personalità. Il mantra è presente in Caṇḍī, o Devī-mahātmya, (I.62 o I.71, dipende dall’edizione) un importante testo del tantra della nostra Tradizione.

Sebbene i mantra siano fatti per la loro vibrazione sonora, possono avere una traduzione.  Possono esistere traduzioni all’interno di traduzioni giungendo a livelli sempre più profondi di comprensione. Vi darò qui il livello più semplice della traduzione.

La prima parola “Saumyā” è una parola femminile che si  riferisce al soma, o qualità e attributi lunari.  Saumyā, Colei dall’aspetto lunare, come la luna, pacifica e gentile. Saumyātarā, ancor più lunare e tranquilla della luna stessa.  Qui, c’è un piccolo segreto linguistico. C’è una ‘a’ nascosta in śeṣā saumyebhyas ….. Lei è ancora più bella di tutte le forze lunari ed entità pacifiche connesse nell’intero universo. Così, spezzando la prima metà del verso, parola per parola, si legge, “saumyā, saumyātarā, aśeṣā , saumyebhyas, tu, ati, sundarī“.

La seconda metà del verso è la seguente: Parāparāṇāṁ, paramāParamā, supremo uno, trascendente. Parāparāṇāṁ … tutte le cose delle realtà trascendenti e le realtà di questa terra come esperienza nel mondo. Colei che trascende anche le forze trascendenti come pure le forze immanenti. Tvam Eva, tu sola. Parameshvarī, Oh Signora suprema. Tvam Eva parameshvarī, Tu sei la Signora suprema.  Tu solo sei la Signora suprema che trascende tutte le realtà trascendenti e le forze immanenti.

Possa lo Spirito del Guru esser appagato e concedere la Sua grazia a tutti noi

Om, Sham

Swami Veda Bharati

Vedi anche:

https://ahymsin.org/main/practice/the-2014-annual-40-day-spiritual-festival.html

Per informazioni e iscrizioni, contattare la segreteria o scrivere a info@himalayanyogainstitute.it